mercoledì 25 febbraio 2009

ParserLog adatto per Kaspersky-Tool e Dr.Web CureIt

Il Parser per log è un utilissimo strumento per scremare in estrema facilità log immensi dai contenuti inutili, rendendoli allo stesso tempo più semplici da interpretare e più leggeri.
Un esempio di log molto pesanti sono quelli prodotti da Dr.Web CureIT e Kaspersky Virus Removal Tool.

Quest’ultima versione possiede una ridotta interatività tramite schermata dos dove bisogna solo dar conferma ad una semplice domanda riguardante la posizione del log, il log rimarrà nel pc e ne verrà creato un secondo log di dimensioni inferiori che dovrà poi essere inviato manualmente su uno dei server di hosting gratuito.

Attualmente il programma supporta solamente il parsing dei log di kaspersky e drweb cureit; altri programmi saranno aggiunti in seguito.


Ultimo aggiornamento del programma: 19/02/2009

Guida all’uso:
Per il tool Dr.Web CureIT
* estrai il contenuto del file zippato in una directory creata appositamente
* metti il log di Dr.Web CureIT nella stessa directory in cui è presente il file "x log cureit.bat"
* rinomina il log di Dr.Web CureIT in cureit.txt
* esegui il file "x log cureit.bat" e leggi le indicazioni a video
* poi carica il log "cureit filtrato.txt" che verrà generato in automatico su qualche server di hosting gratuito (es , , )
* pubblica nel forum il link al download di tale log

Per il tool Kasperky Removal Tool:
* estrai il contenuto del file zippato in una directory creata appositamente
* metti il log di Kasperky Removal Tool nella stessa directory in cui è presente il file "x log cureit.bat"
* rinomina il log di kaspersky in kasp.txt
* esegui il file "x log kasp.bat" e leggi le indicazioni a video
* poi carica il log "cureit filtrato.txt" che verrà generato in automatico su qualche server di hosting gratuito (es , , )
* pubblica nel forum il link al download di tale log

Read more!

domenica 22 febbraio 2009

OnlineArmor in Italiano - Release e Beta (17/02/2009)

RELEASE v3.0.0.190 rilasciata il: 08/10/2008

versione free -> Download

versione a pagamento (no antivirus) -> Download

guida all’uso -> Guida per OnlineArmor v3

Importante: chi avesse intenzione di eseguire l’upgrade dalla versione 2.0.x.x deve disinstallare prima l’attuale versione (può eseguire il backup delle impostazioni e regole) e poi installare le versione della famiglia 3.0.0.X e successivamente potrà importare il backup delle regole e impostazioni che aveva esportato.

BETA v3.1.0.26 rilasciata il: 17/02/2009
inauguriamo il nuovo spazio disco:

versione free -> Download

versione a pagamento (no antivirus) -> Download

versione a pagamento (suite) -> Download

ChangeLog dalla beta v3.1.0.0 fino alla v3.1.0.26 :
This build includes the following changes:
931 Resolved (Fixed) Inconsistent use of lower and upper case letters
928 Resolved (Fixed) Upper case letters instead of lower case in General->Firewall description
922 Resolved (Fixed) Service crash after restarting (hopefully fixed)
921 Resolved (Implemented) OAsrv and OAui optimization for CPU usage and pagefaults
920 Resolved (Fixed) Grey line across the top of Autoruns and IE Add-Ons tabs
919 Resolved (Fixed) Checkbox text is cut off in firewall status window
905 Resolved (Fixed) 800x600 resolution GUI issues
900 Resolved (Fixed) Webshield partially blocking content from trusted sites
898 Resolved (Fixed) Tab edge isn't flush against edges of main menu on all pages
894 Resolved (Fixed) Spelling inconsistency with 'behaviour'
890 Resolved (Fixed) http in URL twice
889 Resolved (Fixed) External IP comes up N/A on resume from sleep
888 Resolved (Fixed) Unsortable columns
887 Resolved (Fixed) Some checkboxes have white outlines and don't get an orange glow on mouseover
885 Resolved (Fixed) Some tooltips lack full stops
884 Resolved (Fixed) Import option for Countries/IP's is missing until one is added
883 Resolved (Fixed) About page end copyright date is still on last year
882 Resolved (Fixed) Firewall log window 'Set default font' dialog box wraps question mark to next line
880 Resolved (Fixed) Inconsistency in wording of Program options "RunSafer"
879 Resolved (Fixed) Windows Firewall Doesn't turn on/off in some cases.
875 Resolved (Fixed) Adding to Blacklists crashed Online Armor
877 Resolved (Fixed) Pasting into document causes popup
874 Resolved (Fixed) Stuck on rendering/processing...Please wait page
872 Resolved (Implemented) OA logging version - can we have option for OAwatch to log process and socket information independently
870: Runsafer turns Recommended and Vise Versa
869: AV Scan statistics inconsistency
868: Loss of part of Firewall Status Display after Sleep
addressed, hopefully fixed
863: System scan inconsistencies.
850: Process misidentification after new executable was created
848: Program options cut off and not aligned properly
845: Option to turn logging on before first run/during installation
843 Resolved (Fixed) Notifications about OASIS realtime lookup in free version
839 Resolved (Fixed) Flash object placeholder not the right size
838: Issues with OA 3.1 and Carbonite Backup Service
834 Resolved (Implemented) Optional OASIS balloons
830 Resolved (Fixed) Current session only rules don't work if a rule already exists for the program in question
827 Resolved (Fixed) BITS entries show an empty Site field under "Web Sites"
826 Resolved (Implemented) ActiveX processing needs reworking
815 Resolved (Fixed) OAdriver.sys BSOD
807 Resolved (Fixed) possible bug in "autoruns" rendering (entries showing "???" instead of "Allowed")
806 Resolved (Fixed) External IP lookup is not persistent
804 Resolved (Fixed) Word documents won't open with double click
803 Resolved (Fixed) Close GUI option has gone missing from context menu (This feature never actually was "official". To invoke it one needs to go to Firewall tab, click on Programs grid and then press Ctrl+Alt+S)
802 Resolved (Fixed) Firewall rules column headings obscured when sorting
801 Resolved (Fixed) Auto Leaning Mode window too small
797 Resolved (Fixed) BSOD after login with build 20
796 Resolved (Fixed) File Write Error in build 20
794 Resolved (Fixed) History isn't recording anything
791 Resolved (Implemented) * Don't hide Websites page
790 Resolved (Implemented) * Realtime lookup defaulted to "On"
787 Resolved (Implemented) Switching logging on/off (logging version)
783 Resolved (Implemented) Preventive realtime lookup (disabled by default; find option under Programs > Options)
776 Resolved (Implemented) Public IP
773 Resolved (Fixed) Banking Mode (Learn as well)
772 Resolved (Fixed) Firewall - Restricted Ports
771 Resolved (Fixed) OA programs options page (windows XP)
770 Resolved (Fixed) Add and edit buttons don't work in Hosts
765 Resolved (Fixed) Several problems regarding Host protection
745 Resolved (Responded) Restricted column in Restricted ports gets cut off
738 Resolved (Implemented) Forms scrolling with low screen resolution
732 Resolved (Implemented) Proxy support during activation
731 Resolved (Fixed) Word missing from Direct Disk Access sentence
726 Resolved (Fixed) Executables run without asking after SCW "trust all"
725 Resolved (Fixed) Firewall rules not deleted
719 Resolved (Fixed) SCW "Stop" button doesn't work well
714 Resolved (Fixed) SCW hang while processing system files
712 Resolved (Fixed) Exclusions not restored from a backup
710 Resolved (Fixed) "Invalid floating point operation" error in OAMine
709 Resolved (Implemented) Show centrally trusted websites in Web Sites list (when you add a site that's already on the central list, it will now be shown so you can run "Learn" from it)
704 Resolved (Responded) Trust all install optimization
703 Resolved (Fixed) Domain masks are not handled properly
701 Resolved (Fixed) Spelling error in Direct Disk Access popup
691 Resolved (Fixed) Deleted websites reappear and edited sites are added instead of edited
687 Resolved (Fixed) wscntfy.exe blocked - unknown and not trusted
680 Resolved (Fixed) Bug with More button
670 Resolved (Fixed) v3.1.0.10 continuing to get repeated alerts for keylogger that are not remembered
628 Resolved (Fixed) Autorun scroll position not remembers
611 Resolved (Fixed) Invisible text in localised installers
608 Resolved (Fixed) Settings Backup Doesn't
601 Resolved (Fixed) Webshield causes freeze of ESPN FantasyCast
592 Resolved (Fixed) multiple BSODs
580 Resolved (Fixed) Importing 3.1 Sites.sav fails
579 Resolved (Fixed) 100% CPU while importing Sites.sav
577 Resolved (Fixed) 3.1.0 Windows XP firewall doesn't auto-start on OA firewall disable!
563 Resolved oasrv's BSOD upon the uninstallation of Avira Antivir free
562 Resolved Online Armor UI Main Form appears in Running Applications
553 Resolved Automatic update failure displays odd message in History
543 Resolved (Implemented) Add control panel applets to SCW scan
541 Resolved (Fixed) Firewall log viewer filters management problems
497 Resolved (Fixed) 'Show file information' can become hidden and cause GUI to become unresponsive
482 Resolved (Fixed) Traces of OA left after uninstall
477 Resolved (Fixed) Loss of data after BSoD
167 Resolved (Fixed) OA and EMule issues!
Fixed: Advanced Options OK button not visible with widescreen and 800x600 resolution
Fixed: Program Options form is not fully visible with a low resolution
Fixed: Crazy Hint (sometimes a hint doesn't disappear when it should)
Fixed: Double entries on deleting site with 'hide unknown' ticked
Fixed: OA Configuration Window - Web Shield
Fixed: [Translation problem] "using LPC port" again in english
Fixed: OE6 Hangs solid on .15 Send/Receive! Restarts, no cure...
Fixed: Microsoft Office Untrusted
Fixed: Blank sidebar appears in History
Fixed: Registry entries not removed by OA uninstaller
Fixed: "Cannot create thread" issue
Fixed: Installer problem during clean install
Fixed: More remnants of old GUI
Fixed: Autoruns out of order after clean install
New: Web Sites grouping/sorting
Fixed: SCW enters long recursive scan
Fixed: Wildcard character (question mark) not working properly - now adds matching subdomains to Web Sites list
Fixed: Firewall status window 'always on top' causes tooltips to disappear
Fixed: Dr. Web CureIt setup.exe detected as hidden process (FP)
Fixed: Execution popup for msconfig
Fixed: Learning mode marquee text cut off
Fixed: Firewall status display "always on top" gets 'stuck'
Fixed: Activating OA dialog box is blank
Fixed: Blank sidebar appears in History
Fixed: Registry entries not removed by OA uninstaller
Fixed: "Cannot create thread" issue
Fixed: Installer problem during clean install
Fixed: More remnants of old GUI
Fixed: Problem with existing kernel mode hook
Fixed: Garbage in Autoruns and Programs
New: Hooks to prevent leaktest that manipulates security software GUI
New: GUI auto-lock feature - when a password is set, the GUI will be automatically locked when the computer has been idle for 90 seconds
Improved: Uninstaller cleanup
Fixed: Installer not shutting down OA
Improved: Hidden Process Detection (should be fewer FPs)
Read more!

domenica 23 novembre 2008

Finalmente di nuovo On-Line

Dopo qualche disguido tecnico e qualche violazione di troppo con inserimento di link a server dannosi, siamo di nuovo online, speriamo che l’irraggiungibilità del sito e le violazioni subite non abbia creato problemi a qualcuno.


Questo è il blog autogestito dagli utenti della sezione Antivirus e Sicurezza del forum italiano , dove prenderanno vita alcuni dei vari progetti in corso d’opera realizzati dalla comunità formatasi.

La sola provenienza dei progetti realizzati ha dettato il nome usato in tale blog inquanto la direzione di non ne è partecipe.

Si ringraziano tutti gli utenti che hanno partecipato attivamente nei progetti consentendone una continua evoluzione e affinamento con una costante ed immutata collaborazione d’assistenza in quest’area.

Le proposte per nuove idee o richieste di partecipazione devono essere inviate a xcdegasp (moderatore della sezione “Antivirus e Sicurezza”) tramite il forum di
Read more!

La lista degli indirizzi IP da bloccare di

Questa non è una lista clone di quelle che si trovano già in giro (bluetack, enetec, pawcio, peerguardian, ecc.), bensì creata con le conoscenze degli utenti del forum in modo che possa essere affiancata alle liste precedentemente citate e fornire una protezione in più.

La lista presente nel post successivo è già pronta all’uso, ovvero è già affiancabile alle attuali liste di protezione che utilizzate, e sono suddivise in tre categorie:

* lista per file hosts suddivisa in due versioni Lite e Full

* lista per PeerGuardian

* lista per Outpost

Una precisazione: Creata per Peerguardian non vuol dire creata solo per eMule, Torrent o simili, infatti gli ip bloccati si riferiscono a siti il cui contenuto è “corrotto”, quindi questi ip vanno sempre bloccati, ovvero durante tutto il tempo in cui si è connessi.

Cos’è un indirizzo ip e perchè è importante bloccarne alcuni ?

Un indirizzo IP è un numero che identifica univocamente nell’ambito di una singola rete i vari dispositivi collegati ad essa. In questo modo ciascun dispositivo (router, computer, server di rete, ecc…) ha il suo specifico ed univoco indirizzo.
Semplificando ulteriormente si può vedere l’ip come l’indirizzo stradale dei dispositivi collegati su internet, infatti, così come un indirizzo stradale identifica in modo preciso un determinato edificio un indirizzo ip identifica univocamente uno specifico computer (o meglio un qualsiasi dispositivo di rete).

Esistono indirizzi ip statici e dinamici, gli indirizzi dinamici vengono utilizzati per identificare dispositivi non permanenti sulla rete (es. i nostri personal computer) mentre gli indirizzi statici vengono invecie utilizzati per identificare dispositivi semi-permanenti con indirizzo IP costante, es. i Server.
Gli Internet Service Provider (ISP), ovvero chi ci sta dando la possibilità di accedere ad internet, utilizza generelmente l’allocazione dinamica in modo da poter assegnare un ristretto numero di indirizzi ad una vasta clientela.

Quando andiamo su un determinato sito digitando per esempio stiamo andando a contattare un determinato server a cui è associato un ben preciso indirizzo ip, in questo caso
E’ subito facile intuire che attraverso l’ip è possibile ricostruire i movimenti di una persona (o meglio di una determinata macchina) e risalire a molti dati su di essa in modo immediato ed altri più sensibili attraverso frodi informatiche architettate ad arte.

Nasce quindi spontaneo evitare di contattare indirizzi ip maligni in cui dei criminali informatici hanno allestito una vera e propria trappola in grado di infettarci con i più svariati malware oppure raggirarci attraverso siti civetta che sono dei veri e propri coloni di quelli originali in modo che l’ignaro utente convinto di essere al sicuro sul proprio sito fornisca spontaneamente i propri dati di accesso.

Le “malattie” contraibili sono svariate, alcuni esempi:
* Dialer: questi programmi modificano il numero telefonico chiamato dalla connessione predefinita con uno a tariffazione speciale allo scopo di trarne illecito profitto all’insaputa dell’utente. (chi ha la dsl ne è immune)

* Backdoor: Sono dei programmi che consentono un accesso non autorizzato al sistema su cui sono in esecuzione senza che l’utente se ne accorga.

* Trojan e worm di tutti i tipi.

* ecc..

Iniziata una collaborazione con che ha portato ad uno scambio di liste tra la nostra e la loro (lista per Outpost) in modo che la sicurezza di tutti migliori !
Grazie della collaborazione a erreale.

Ringraziamenti speciali a (in ordine alfabetico):
Chill-Out, Johnny Bravo, juninho85, Lazza84, Mausap

Read more!

Lista IP dei server dannosi da bloccare in Outpost

Con sommo piacere comunichiamo che è iniziata una collaborazione con che ha portato ad uno scambio di liste tra la nostra e la loro in modo che la sicurezza di tutti migliori!

La lista degli indirizzi IP da bloccare in Outpost è raggiungibile a questo indirizzo:
Blocklist Outpost v. 2/3/4

Grazie della collaborazione a erreale.

Read more!

Forzare la chiusura del rispristino di sistema

Alcuni malware possono inibirvi la gestione del ripristinio di sistema, ovvero non potrete né disabilitare né abilitare la suddetta opzione e la schermata si presenterà così:

Per risolvere questo problema procedete in questo modo:

Salva sul desktop i file, chiudi tutte le applicazioni e lancia prima una e,
se il problema non si risolve, anche l’altra fix, riavviando ogni volta il sistema.

Poi clicca su start –> esegui–> digita:
regsvr32 jscript.dll OK

Poi clicca su start –> esegui –> digita:
regsvr32 vbscript.dll OK

Adesso potrai di nuovo abilitare o disabilitare il ripristinio di configurazione di sistema a tuo piacimento!

Read more!

Lista indirizzi IP dei server da bloccare tramite file HOSTS

HOSTS 07.09.2008 (82.478 Urls Bloccati)

Che cos’è il file HOSTS?

Per gestire in modo rapido le richieste ad internet dei vari programmi windows usa un programma (Winsock) ed ogni qualvolta si inserisce il nome di un dominio questi va a controllare come prima cosa sul file Hosts se è presente un equivalente indirizzo IP memorizzato. Se sì vi porterà direttamente lì, altrimenti si collegherà al vostro ISP e chiederà a lui qual’è l’equivalente IP del dominio da voi richiesto.

Dove si trova ?

* Win9x: C:\Windows
* WinNT2000: C:\WinNT\System32\drivers\etc
* XP/Vista: C:\WINDOWS\system32\drivers\etc

Il file è: hosts (senza estensione)

Come possiamo utilizzarlo ?

Poichè abbiamo detto che il file hosts è la prima fonte di informazioni per risolvere un indirizzo è possibile reindirizzare la richiesta ad un determinato indirizzo ad una “pagina bianca”. Questo metodo può essere utilizzato per impedire l’accesso a determinati siti, ovvero il nostro scopo.

Vediamo come procedere:

1)Come prima cosa fate una copia di backup del file Hosts originale (basta semplicemente copiarlo ed incollarlo in “posto sicuro”)

2)In Start -> Esegui scrivete Services.msc e date invio, si aprirà una finestra con all’interno tutti i servizi di windows, selezionate Client DNS e cliccateci sopra col destro e fate Arresta, poi fate proprietà ed in tipo di avvio mettete Disabilitato

3)Adesso cliccate col destro sul file hosts presente in windows, fate “apri” e selezionate il “Blocco note”

4)Cancellate tutto il contenuto presente ed incollate il contenuto di questo file: HOSTS 4.8.2008 (85278 url bloccati)

5)Salvate e chiudete.

Quando cambiate il file hosts, chiudete il browser, fate una bella pulizia (eliminate cookies, ecc.) perchè il browser conserva residui di vecchi siti visitati e quindi potreste trovarvi bloccato un sito perchè il vecchio file hosts lo bloccava mentre quello nuovo no. Facendo così, avrete la certezza di aver bloccati solo i siti inclusi nel nuovo file.

Read more!

Solidarietà: rischia di chiudere entro un mese

Grazie di (r)esistere. (sabato 04 ottobre 2008)

Comunichiamo che ieri, 3 ottobre 2008, con ben undici giorni di anticipo, è stata raggiunta la “quota salvezza” della campagna di autofinanziamento.
Per il momento diciamo un enorme GRAZIE a tutti, tutti, tutti.
Seguiranno altre comunicazioni ufficiali direttamente dal sito.

messaggio originario:

Cari italiani, care italiane, quando abbiamo deciso di fondare Ammazzateci Tutti, in quel lembo di terra meravigliosa e disgraziata che si chiama Calabria, abbiamo cercato di concentrare le poche, pochissime risorse disponibili e le tante, tantissime speranze, di tutta quella gente che non ce la faceva più a vivere “incellophanata dall’omertà e, soprattutto, dalla paura.

Per essere davvero liberi non ci siamo mai voluti legare a nessun carrozzone, né politico né imprenditoriale. Solo con il tempo abbiamo capito che è stata una scelta coraggiosa, una sfida più grande di noi, che ha certamente appesantito - non di poco - le già tante preoccupazioni che avevamo comunque messo in conto.

Pensate, invece, come sarebbe stato fin troppo conveniente e facile per noi sceglierci uno o più “Mecenate”, anche i meno peggiori e, nel portare silenziosamente acqua al loro mulino, ottenerne laute ricompense in termini economico-logistici (apertura sedi, pubbliche relazioni con gente che conta, produzione di gadget, pianificazione di campagne pubblicitarie, ecc..).

Ma abbiamo fatto la scelta di essere come gli straccioni di Valmy, abbiamo scelto di combattere contro mostri pieni di soldi e di potere, anche indicandoli con nome e cognome, a nostro rischio e pericolo, facendo ogni giorno la nostra parte anche se rimanevamo e rimaniamo sempre più ai margini dello studio, delle professioni, delle assunzioni, dei diritti di cittadini, mentre chi ha certamente meno titoli ma più amici nelle stanze del potere riesce a laurearsi, ottiene consulenze, incarichi, sponsorizzazioni. E il loro “esercito” diventa ogni giorno più potente ed incontrastabile, mentre il nostro fa i salti mortali per riuscire a sopravvivere e sostenere anche l’azione di magistrati ed uomini delle forze dell’ordine coraggiosi che si trovano finanche nella situazione di dover pagare loro la benzina delle auto di servizio o i toner nelle fotocopiatrici di caserme, commissariati e Procure.

Adesso bisogna ragionare seriamente sul ruolo e l’incisività che Ammazzateci Tutti può rappresentare in Italia oggi e domani, se e quanto valga la pena continuare.
E lo facciamo iniziando a fare i cosiddetti “conti”: se in termini di consenso e sensibilizzazione il bilancio è in segno positivo ed in netta ascesa costante (partendo dalla Calabria oggi siamo in più di 8.000 ragazzi e ragazze in tutta Italia, dalla Lombardia, alla Sicilia, al Lazio, al Veneto, alla Puglia, al Piemonte, alla Campania), non possiamo dire altrettanto in termini di spese vive sostenute per mantenere aperta la baracca.

L’idea di portare sul web e nei territori le nostre rivendicazioni, la nostra voglia di gridare al mondo intero che l’Italia non è solo mafia, che non è colpa nostra se emergono sempre e solo i nostri peggiori concittadini, ci hanno portato a scommettere (e rischiare) sulla nostra stessa pelle il prezzo dell’impegno che ci siamo assunti tre anni fa di fronte a tutti gli italiani onesti.

E come se non bastassero le querele, le preoccupazioni, le intimidazioni implicite ed esplicite alle quali siamo ormai abituati, adesso ci troviamo nella situazione in cui - lo diciamo chiaramente - non possiamo più permetterci il “lusso” di continuare con le nostre attività sui territori e quelle telematiche.

Partiamo dal nostro sito internet, generosamente ospitato gratuitamente sin dalla nascita su un piccolo server di una azienda calabrese alla quale abbiamo procurato, con la nostra presenza, solo e soltanto danni e preoccupazioni.
Ci hanno defacciato il sito per decine di volte, siamo stati vittime di ben 5 attacchi informatici, dei quali due violentissimi (che hanno costretto l’azienda a buttare il server ed acquistarne uno nuovo) ed ora, proprio ieri, veniamo a sapere che, sempre a causa nostra, alcuni pirati informatici sono riusciti a violare nuovamente il server trasformandolo questa volta in uno “zombie” (così si definisce in gergo tecnico) atto a frodare migliaia di persone in tutto il mondo mediante phishing su conti bancari esteri. Per capire meglio la gravità della situazione basti pensare che siamo stati contattati direttamente dai responsabili della sicurezza informatica di due importanti istituti bancari in Australia ed il Belgio, i quali hanno anche tenuto ad informarci delle responsabilità penali di fronte alla legge nostre e dell’azienda che ci ospita.

Quantificare ora il danno economico e quello eventualmente penale, ci porta inevitabilmente a stabilire che la nostra esistenza dovrà essere indipendente da ogni preoccupazione futura e, quindi, essere disposti anche a trarne le estreme conseguenze: partendo dalla chiusura di e degli spazi di comunicazione ad esso collegati (forum, ecc..).

A questi conti che non tornano dobbiamo aggiungere diverse migliaia di euro di debiti contratti (anche personalmente) nell’organizzazione delle nostre iniziative (sostenute solo parzialmente dalle poche Istituzioni alle quali ci siamo rivolti).
Senza contare il fatto che ormai i nostri ragazzi stanno devolvendo interamente alla causa le loro paghette settimanali in ricariche telefoniche e fotocopie.

Per questo ci appelliamo a tutti voi, chiedendovi un piccolo grande gesto di solidarietà; diventate nostri “azionisti”, almeno noi cercheremo di non fare la fine di Parmalat e Alitalia.

Non parliamo di milioni, a conti fatti basterebbero 30 mila euro per farci riprendere fiato e metterci in condizione di fissare obiettivi di medio-lungo termine.

Lo facciamo stabilendo una data simbolica: il 16 ottobre prossimo, terzo anniversario dell’omicidio Fortugno e quindi della nostra “nascita”. Se entro questa data non dovessimo riuscire a sanare ogni passivo saremo costretti a staccarci la spina da soli, archiviando prematuramente questa bellissima esperienza. Con la morte nel cuore.

Dobbiamo dimostrarci persone serie, soprattutto con chi ci guarda da sempre con ammirazione, stima ed aspettative che non meritiamo, perché, come dice spesso Monsignor Giancarlo Bregantini, <> ed evidentemente noi abbiamo fallito, non riuscendo ad organizzare degnamente le speranze di tutti noi, di tutti voi.

Aldo Pecora
Rosanna Scopelliti

Coordinamento nazionale “Ammazzateci Tutti”
Read more!

Lista IP server da bloccare per PeerGuardian

Lista di filtri IP compatibile con PeerGuardian 2.x e per l’uso con il “Blocco HTTP” attivo.
la lista è scaricabile da qui:


lista aggiornata al: 16/11/2008

Nota: se avete grossi problemi di navigazione (la lista blocca “tutto”) oppure PeerGuardian non riesce ad aggiornare le liste dovete disattivare momentaneamente il programma (click su “Disable” in alto a sinistra) e procedere ora ad aggiornare la lista facendo click su “Check Updates”.

Come installare la lista:

se non possedete PeerGuardian 2.x potete scaricarlo da QUI

1) Apriamo Peerguardian e clicchiamo su “List Manager”

2) Si apre una finestra, clicchiamo su “Add”

3) In Description scriviamo “Lista di Blocco di Hw Upgrade”, clicchiamo su “Add URL”, nello spazio adiacente cancelliamo l’indirizzo già presente ed incolliamo questo:
(per acquisirlo in maniera corretta cliccateci sopra col destro e fate “copia l’indirizzo del link”)

4) Verifichiamo che sia una lista di blocco e clicchiamo su Ok.
Adesso la lista comparirà in aggiunta a quelle già presenti nella schermata riassuntiva delle liste presenti.

5) Bene adesso se avete fatto tutto correttamente la lista sarà caricata da Peerguardian e sarete a posto così.

Un utile verifica per vedere se la lista viene letta correttamente è questa: Aprite la List Manager e togliete il segno di spunta dalla nostra lista, chiudete la schermata di dialogo ed annotatevi il numero di indirizzi ip bloccati dal programma (si trova in alto a sinistra). Adesso aprite nuovamente la List Manager e rimettete il segno di spunta alla nostra lista, chiudete e ricontrollate il numero di indirizzi bloccati, se questo è superiore a prima la lista è stata acquisita correttamente.

Con questo metodo la lista verà aggiornata automaticamente ogni volta che cliccherete su “Check Updates” oppure quando Peerguardian cercherà in modo automatico gli aggiornamenti, così avrete la certezza di avere sempre l’ultima versione disponibile in maniera totalmente automatica!

Si consiglia di usare con il “Blocco HTTP” attivo.

Un consiglio su Peerguardian: Poichè di default tiene memoria di tutte le connessioni fatte (sia permesse che bloccate) se non ci si ricorda di pulire il file su cui vengono memorizzate (history.db) ben presto questo finirà con l’assumere dimensioni considerevoli.
Quindi se non vi interessa tutta la vostra “cronostoria” consiglio di disabilitarlo: andate su Settings ed in History togliete il segno di spunta su “Log allowed connections”. Poi con Peerguardian chiuso andate nella cartella di installazione ed eliminate il file history.db

Read more!